Apri Menu Chiudi Menu
Scelte concrete e consapevoli
Il giusto strumento per il tuo progetto: soluzioni a 360° per le tue esigenze

Fine del supporto per Joomla 3.x

Migrazione da Joomla 3 a Joomla 4Il 17 Agosto 2023 la versione 3 di Joomla! terminerà la propria fase di sviluppo attivo e quindi nel tempo estensioni, template e BugFix andranno riducendosi. La scorsa estate la nuova "major release" di Joomla, la 4, è stata rilasciata, da allora sono state apportate diverse correzioni e aggiunte funzionalità. Oggi è la versione di riferimento per ogni nuovo progetto, ma per i siti già online?(...)

Per i siti già online è arrivata l'ora di pensare alla migrazione da Joomla 3 a Joomla 4. Vediamo quali controlli fare ora, che portano via poco tempo, e che ci possono far risparmiare tempo ed energie nel momento della migrazione effettiva:

  • la migrazione avverrà in concomitanza con un restyle del sito?
    in questo caso visto che il sito verrà riprogettato è decisamente più facile baypassare eventutali problemi direttamente in fase di progettazione.

  • ci sono funzionalità fondamentali per il sito?
    con fondamentali si internde che senza quelle funzionalità il sito è oggettivamente incompleto, come per esempio un sito con un eCommerce, dipende per forza delle estensioni che realizzano le funzionalità di vendita, senza le quali il sito non è più completo come da progetto.

  • possediamo le skill necessarie per l'aggiornamento?
    la migrazione può essere un passaggio semplice e lineare, ma può presentare diversi problemi a seconda dei casi che vedremo fra breve. Se effettivamente si posseggono le skill per effetturare la procedura si può procedere tranquillamente infatti tranne qualche caso raro e particolare non è necessario mettere mano al codice di programmazione o html del sito.

  • abbiamo un contratto con un professionista che si può occupare per noi dell'aggiornamento?
    se non ci sentiamo a nostro agio all'idea di gestire una migrazione non facciamolo rischiando di trovarci nei guai. Affidarsi a un professionista può essere una soluzione sia nel caso migrazione semplice, sia, soprattutto, nel caso di migrazione problematica.

Quali sono i fattori che possono rendere la migrazione non lineare?

  • primo fra tutti, nel core di Joomla o nelle estensioni sono stati fatti hack del codice, ossia sono state fatte modifiche al codice originale? Se sì, sperando che siano al minimo state commentate (hey possono essere passati anche anni!), bisogna risalire alle modifiche fatte e verificare se siano ancora necessarie. Gli hack al codice di un CMS o delle estensioni andrebbe evitato in ogni modo anche se si posseggono le capacità tecniche per effettuarle.

  • secondo nella fase di progettazione del sito ci siamo affidati più al core di Joomla o più alle estensioni di terze parti? Nel caso di affidamento al core di Joomla con grossa probabilità la migrazione sarà semplice e linerare, infatti gli sviluppatori hanno previsto di rilasciare dei tool di migrazione da una versione all'altra che si occupano di tutto ciò che riguarda il core del CMS. Nel caso opposto, molte estensioni, invece la questione si può complicare un po'. Come prima cosa bisogna verificare se le estensioni utilizzate sono state sviluppate anche per la nuova versione di Joomla. In caso positivo, basta seguire le indicazioni riportate dagli sviluppatori per il passaggio. In caso negativo si presenta il problema di trovare una soluzione alternativa.

  • terzo il template usato dal sito. Esiste la versione per il nuovo CMS? E' stato presonalizzato? E' un template derivato da uno dei template presenti nel core di Joomla? Se tutte le risposte vanno nella direzione giusta anche in questo caso non ci saranno problemi, altrimenti ci troviamo davanti al problema della necessità di risolvere la questione estetica del sito e template, due cose che si notano anche lato frontend e quindi portano via tempo ed energie.

  • quarto, la tipologia del sito. E' un sito di presentazione, il così detto sito vetrina? E' un sito completamente o quasi statico? Bene, in questo caso la migrazione si semplifica di molto. E' invece un sito in cui la maggiornaza dei contenuti sono di tipo dinamico, con molte categorie/TAG? Le cose si possono complicare un po' in particolare se si cambia anche il template e ci si trova a dover rivedere la visibilità data agli articoli in primo piano, alle novità, etc.

  • quinto e ultimo, legato al punto sopra, che è quello relativo all'anzianità del sito e alla quantità di articoli pubblicati. Se infatti il sito ha pochi articoli, è possibile effettuare una migrazione "a mano" degli stessi, e il tutto finisce con pochi copia e incolla. Se all'opposto il sito ha centinaia di articoli la probabilità che qualcosa crei qualche problema aumenta e l'opzione migrazione a mano non è praticabile.

Questi sono elementi vanno valutati grossolanamente, spesso anche in pochi minuti, e nei casi favorevoli la migrazione sarà semplice e linerare. Se invece la maggior parte delle verifiche segnalano possibili problemi, è meglio saperlo prima che trovarsi poi a dover fare i conti con un "chi se lo sarebbe aspettato".